FIDUCIA

fiducia

(Immagine tratta dal sito www.marcoingraiti.it)

 

Ci sono cose che sempre mi stupiscono – e a volte davvero in positivo – di questo Paese.

Oggi sono andata a prendere mio figlio a scuola e un suo compagno ha chiesto se potesse venire da noi a giocare. Gli ho risposto che poteva, ma che naturalmente avrebbe dovuto prima chiedere a sua madre, visto che non ci eravamo messi d’accordo in precedenza. 

Lui ha detto: “Vado a chiedere e torno”. Almeno questo è quanto ho intuito, visto che chiaramente parlava in svizzero 😉

Dopo qualche minuto (sia sempre lodata la distanza casa – scuola!) è tornato dicendo “Arriva la mamma”. Premetto che il bambino non era mai stato a casa nostra prima, ogni tanto io vedo la madre all’uscita e ci siamo incontrate qualche volta agli appuntamenti scolastici, ma credo di non averle mai detto più di Hallo”.

La mamma è arrivata, ha ribadito che il figlio avrebbe avuto piacere di giocare col mio, ha chiesto se per me potesse andare bene, scusandosi per l’iniziativa estemporanea. Le ho confermato che per me non c’erano problemi. Mi ha chiesto l’indirizzo esatto e se potesse venire a riprendere il bambino verso le 17.30.

“Vielen Dank und bis spaeter”. 

“Tschuss”.

Faccio fatica, molta, ad immaginare una simile cosa accadere in Italia e, forse, da qualsiasi altra parte del mondo. A volte mi vien da pensare che siano pazzi, ma in fondo li ammiro un casino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...