PICCOLI MIRACOLI

 

Stamattina mi sono svegliata con uno strano ritornello in testa, che avevo dimenticato da anni:

“Ogni mattina in Africa una gazzella si alza e sa che dovrà correre più veloce del leone per non essere mangiata.
Ogni mattina in Africa un leone si alza e sa che dovrà correre più veloce della gazzella per non morire di fame.
Non importa che tu sia leone o gazzella: comincia a correre.”

Il motto era diventato celeberrimo parecchi anni fa, forse anche grazie alla pubblicità di una nota marca di articoli sportivi che lo proponeva in inglese, lingua che, come si sa, ha spesso il merito di rendere indimenticabili anche detti che indimenticabili necessariamente non sono.

Non ho idea del motivo per cui proprio oggi mi sia ritornato con prepotenza alla mente, forse la ragione ha a che fare con una certa “scadenza annuale” che dovrei festeggiare, ma che tra fatti agghiaccianti di cronaca e la ricorrente (sacrosanta) celebrazione della strage di Capaci, che mi accompagna dal diciottesimo compleanno, ogni tanto mi passa la voglia.

Tra gazzelle e leoni, corse disperate per la sopravvivenza, stragi di innocenti e invecchiamento inevitabile, c’è però anche altro. Per fortuna.

Ieri sera sono rientrata a casa dopo l’abituale lezione di yoga del lunedì e il Marito mi chiedeva conto di qualche info e novità, seguite da una domanda:

“Ma perché sei così contenta quanto fai lezione?”

“Perché lo Yoga è sempre un piccolo miracolo. Ed è meraviglioso vedere come i miracoli accadano.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...