BUONI PROPOSITI

Il tempo anche questa volta è volato e mi trovo alla vigilia dell’ennesimo rimpatrio, in occasione delle vacanze di Pasqua.

Il calendario scolastico che qui a Zurigo viene seguito anche dalla scuola italiana, con qualche piccola variazione, e che prevede un’alternanza di un mese e mezzo di lezione e circa dieci giorni di pausa, mi ha ampiamente convinta nella sua pratica applicazione. I periodi di impegno scolastico ininterrotto non diventano eccessivamente lunghi e una vacanza di una decina di giorni aiuta a staccare dalla routine e a riprendere le forze.

Questa volta, però, si tratterà di uno stop decisamente più consistente: ben due settimane e mezzo, tra la Pasqua e i vari 25 aprile e 1° maggio uniti in un super-ponte davvero infinito.

Parto con i libri di tedesco nella valigia, visto che non posso certo permettermi di dormire sugli allori, anzi. Mi auguro di riuscire in questo periodo a ritagliare qualche momento per studiare sul serio, che a casa ultimamente non ci riesco praticamente mai, visto non si tratta di una lingua che entra magicamente nella testa ed esce, altrettanto magicamente, dalla bocca. Ma che, al contrario, richiede tempo e tempo e impegno e, sopra ogni altra cosa, studio e studio e studio. Esattamente il contrario di quel che sto riuscendo a fare.

Parto con un altro proposito nella valigia, che varrà più che altro per quando sarò di ritorno, visto che già so sarà sostanzialmente impossibile in queste prossime giornate di chilometri e chilometri e appuntamenti più fitti che ad un summit internazionale. Mezz’ora di yoga al mattino, possibilmente prima di tutto il resto (ma anche nel durante non andrebbe così male) aumenta la produttività della restante parte della giornata del 100%: testato, provato, garantito sulla mia pellaccia. E se funziona anche quando, in quei minuti, non sei proprio al tuo massimo, quando la testa se ne va altrove per i fattacci suoi, quando sei reduce da una nottata infame, chissà come funzionerebbe al massimo delle sue potenzialità ;-). Ciò nonostante io, donna di incostante pratica e di grande pigrizia, spesso me ne dimentico (ehm….), salvo poi pentirmene amaramente alla prima occasione di seria riflessione.

Ma perché, noi miseri esseri umani, non riusciamo mai a fare davvero quello che ci fa stare bene?!

 

 

Annunci

Un pensiero su “BUONI PROPOSITI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...