ALL BY MYSELF

Per una strana congiunzione astrale sono in Italia, a casa da sola, con figlio dai nonni e marito dalla (sua) mamma.
Sola con due giorni per il mio yoga, sola due notti, all by myself, con un bel mal di testa, anche, di quelli che ti fanno rinunciare ad una serata fuori con i compagni di corso, al ristorante vegetariano per chiacchiere libere, pensieri, esperienze, gioie e dolori della vita di tutti.
Ma non importa, va bene così (certo, “cosà” sarebbe stato meglio ;-)). Ieri ho rivisto, dopo mesi, degli amici che mi hanno riempita di gioia. Bisogna anche accontentarsi ogni tanto. Soprattutto quando si sa di vivere un periodo intenso, faticoso e impegnativo, in cui si sta chiedendo tantissimo a se stessi, al proprio corpo e alla propria anima e si sa che tutto si paga.
Una tazza di Earl Gray fuori orario, il divano, Vanity.
E l’ormai insostituibile Skype, per avere vicini anche coloro che sono lontani.

Annunci

Un pensiero su “ALL BY MYSELF

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...