QUELLI CHE

Quelli che:

Non mi piace stare qui e non mi piace questo Paese”;

“Non c’è nessun valore aggiunto rispetto all’Italia e sono anche lontano da casa mia”;

“Non c’è nessuno stimolo culturale”;

“Se proprio devo vivere all’estero almeno vado dall’altra parte del mondo. Allora avrebbe un senso, almeno sarei in un contesto diverso, con cibo diverso e gente diversa”;

“Resto qui solo per il lavoro di mio marito. Almeno fosse, che so, in Francia, o in Germania…”.

Quelli che, nonostante tutto, non se ne vanno.

Io ascolto, osservo, faccio qualche domanda. E cerco di non giudicare.

Ma faccio fatica, molta fatica, a capire.

Annunci

4 pensieri su “QUELLI CHE

  1. Ciao Laura! Con questo post tocchi un tasto per me dolentissimo… :/ ne ho incontrati tanti cosi, italiani e non… Io li chiamo gli espatriati mai espatriati. Sono quelli che vengono qui ma che con la testa sono ancora in Italia; quelli che vengono qui pensando di trovare una little Italy e non hanno ancora capito che invece questa è la Svizzera; quelli che si lamentano di chi saluta troppo, chi troppo poco, chi delle scarpe che portano… Sono quelli che sono venuti qui perchè l’Italia non offre neanche la metà dello stile di vita che c’è qui, ma non lo ammetteranno mai… Io questa gente non la voglio sentire, non la capisco e si, la giudico! Penso che siano mentalmente e culturalmente limitati se riescono a vedere/vivere una sola cultura (quella di appartenenza) e penso che non dovrebbero mai lasciare il loro Paese se non sono pronti/disposti ad aprirsi ad altro. E’ ovvio che nemmeno io amo tutto incondizionatamente di questa città, ma quello che mi da è molto piu’ di quello che mi toglie.
    Scusa lo sfogo 😉
    Ciao Gio

    Mi piace

  2. Forse sono solo espatriati per forza e necessità e non per volere, come te, che ci credi molto….
    in ogni caso, sputare nel piatto in cui si mangia non è mai bello nè educato!

    Mi piace

  3. ciao mamma avvocato, concordo con te =) e aggiungerei…a maggior ragione, se uno non espatria per scelta significa che sta espatriando perchè il Paese di origine non gli puo’ dare quello che cerca/vuole per se e per la sua famiglia…e allora, a maggior ragione, non si sputa nel piatto in cui si mangia… 😉 (mia modestissima opinione ovviamente)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...