INCIPIT

Arrivò a quarant’anni e, un mattino, decise di iniziare il suo libro dell’anima. Per molti anni rimasto nascosto nella mente e nel cuore.

Neppure sapeva come sarebbe iniziato, in realtà, ma ciò decise e ciò fece.

Le prime righe recitavano così:

Aveva quarant’anni quando sentì pronunciare, rivolte a sé, queste parole: “Ma come? Con tutti i soldi che abbiamo speso per farti studiare, tu adesso vuoi insegnare yoga?!”

Ascoltò e valutò. Fece quello che lo yoga insegna: osserva e non giudicare. Ciò che vi è di più raro e difficile al mondo.

Non ci riuscì, infatti.

E decise che, forse, i genitori non si possono dividere in buoni e cattivi, meritevoli e immeritevoli. Ma giudicò e decise che per i suoi di figli avrebbe voluto essere, con tutta l’anima e tutte le forze, un genitore diverso. Non migliore, magari, ma uguale mai.

Annunci

2 pensieri su “INCIPIT

  1. Un genitore diverso…seprando di essere anche migliore o, almeno, non commettere gli stessi identici errori!
    Ps. Quindi sei ad una svolta professionale?!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...