AGAIN

Ancora una volta, pochi giorni, e sarà di nuovo tempo di cambi.
Per il Patato il terzo inserimento in un anno. Dopo due nidi è momento della scuola materna. Bilingue, a Zurigo.
E una voce, tra me e me, continua a ripetere che sarebbe stato meglio evitare. E lasciarlo tranquillo nella realtà in cui si era forse appena adattato, dove da pochissimo aveva imparato qualche nome dei suoi compagni e, alla fine, anche il nome della bimba che voleva andare a trovare.
La nomina tutti i giorni e parla sempre di lei. Dice sempre se era anche lei all’asilo o no. E a me si spezza il cuore.
So che passerà anche questa. Che lui è un Patato cocciuto e, così come continua a rifiutare di fare la cacca del wc, riuscirà a sopravvivere a questa nuova avventura.
Io cerco di vederla esattamente così: altro giro, altra corsa. La seconda in poco più di tre mesi.
Ma non riesco ad evitare di pensare che, forse, davvero, sarebbe stato meglio evitare. Che ci sono infiniti (buoni) motivi per questo ennesimo cambiamento, così come buoni erano tutti gli altri.
Ma i bambini non sono dei pacchi, le persone non sono dei pacchi. Che si possono spostare così, a piacimento, ad ogni cambio di vento.

Annunci

8 pensieri su “AGAIN

  1. in bocca al lupo per il nuovo cambiamento in vista…..anche io l’ anno scorso per altri motivi mi sono trovata in una situazione simile, mi ha sorpreso il mio bimbo, ero piu’ ansiosa io di lui…..lo auguro anche a te. Complimenti per blog che ho scoperto ieri navigando in “rete” 😉 hai un mio mess in fb. Buona giornata!!!!

    Mi piace

    • Ciao! Grazie e benvenuta 🙂
      In effetti non sono mai stata particolarmente preoccupata per gli inserimenti, sino ad ora mio figlio li ha sempre gestiti benissimo. Praticamente non ce ne accorgevamo neppure. Adesso, però, ho il timore che sia un po’ troppo in poco tempo, ma spero sempre per il meglio!

      Mi piace

  2. Vedrai che se la caverà benissimo e poi conoscerà dei bimbi che potrà frequentare per qualche anno, mentre quelli del nido comunque o sarebbero stati troppo piccoli o sarebbero andati alla materna, giusto?

    Mi piace

    • Eh! il fatto è che non è proprio così. Mio figlio andrà alla materna a 3 anni perché l’abbiamo iscritto alla scuola italiana bilingue che segue gli stessi cicli di studio previsti in Patria. Qui in Svizzera, invece, i bambini iniziano la materna (kindergarten) a 5 anni, per cui gli anni di asilo nido arrivano fino a quell’età. La sua “amica del cuore”, quindi, potrebbe tranquillamente avere un altro paio d’anni lì dove si trova adesso…Comunque confido che tutto si risolverà 🙂

      Mi piace

  3. Povero Patato, ma i bambini spesso ci sorprendono. E il vantaggio di andare in una scuola bilingue, il fatto che da grande saprà il tedesco come la sua lingua madre, è incommensurabile.

    Mi piace

    • Male, purtroppo. Con la cacca siamo ancora totalmente bloccati e, sinceramente, non so proprio come venirne fuori! D’altra parte pare davvero che se non è in piedi non riesca a spingere…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...