CONTRADDIZIONI

Il tema non è di quelli proprio “vacanzieri” e, probabilmente, neppure da manuale di mommy blog. Figurarsi se è argomento da venerdì pomeriggio. 
In seguito ad alcuni commenti su un post pubblicato qualche tempo fa su Mammeonline, mi è venuta, però, la curiosità di approfondire un pochino l’argomento.
Il tema è indigesto. Qualcuno ha evidenziato il fatto che, nei Paesi europei “evoluti” o considerati come particolarmente “civili”, esista da anni una grandissima piaga sociale a cui non nessuno è riuscito a porre rimedio: l’elevato tasso di suicidi nella popolazione. Io ne ero a conoscenza con riferimento al nord Europa e, in particolare, ai Paesi scandinavi. Non avevo mai approfondito la questione con riferimento alla Svizzera e, confesso, che le informazioni che ho trovato in rete mi hanno estremamente sorpresa.
Dai dati ufficiali pubblicati dalla Confederazione (non proprio recentissimi, in verità) emerge uno dei tassi di suicidio tra i più elevati d’Europa, quasi alla pari con la Finlandia. La casistica riguarda soprattutto persone si sesso maschile e di giovane età.
Nella mia assoluta ignoranza sono rimasta alquanto sorpresa. Perchè se il fenomeno, per quanto sia difficile rassegnarsi ad una sua inevitabilità, mi sembra possa trovare un qualche genere di “spiegazione” in luoghi in cui per sei mesi all’anno non si vede il sole (e, che se ne dica, anche senza essere meteoropatici, credo sia di per sé una tragedia), mi pare abbastanza anomalo per una realtà come quella in cui sono stata, mio malgrado, catapultata da pochi mesi.
Uno di quei posti che, in media due volte all’anno, compare sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo come luogo con la più alta qualità della vita (a livello planetario), come luogo in cui si augurerebbe ai bambini di nascere per le incredibili prospettive di vita, crescita, educazione e opportunità.
Quel luogo in cui, davvero, ogni tanto ti pare di vivere in un film per quanto tutto appaia pulito, efficiente, funzionante, puntuale, semplice. A tratti addirittura fastidioso nella sua ostentata perfezione che, per chi arriva dall’europa mediterranea, sembra appartenere ad una sorta di universo parallelo. 
In cui raramente vedi persone evidentemente stressate e affannate, in cui le giovani coppie di genitori, con neonato al seguito, girano per strada con un tale sorriso ebete stampato in faccia (sconosciuto dalle mie parti) al punto da iniziare a pensare che facciano abitualmente uso di qualche sostanza stupefacente e ne dispensino generose quantità anche alla prole.
Quindi io faccio fatica a spiegarmi il nefasto fenomeno. Mi pare una contraddizione in termini, uno strano scherzo di un’entità superiore volto a ricordare all’essere umano la sua imperfetta limitatezza, la sua reale non autosufficienza, a smorzare i suoi deliri di onnipotenza.
Non sono uno psicologo, né un sociologo, né un’esperto della materia, ma mi viene in mente una sola spiegazione ragionevole, insieme al vecchio adagio secondo cui la perfezione (vera) non è di questo mondo. 
Ed è che, forse, per la sfortunata razza umana non avere sufficienti problemi è altrettanto deleterio (o forse ancor di più) che averne troppi. 
Che non essere allenati sin da piccoli a sviluppare anticorpi contro le avversità, gli imprevisti, a trovare continue soluzioni a problemi irrisolvibili, ti facilita lo schianto fatale di fronte alla prima (vera o presunta) difficoltà.

Annunci

2 pensieri su “CONTRADDIZIONI

  1. Il tema e’ pesante e anche io non ho risposte però condivido le tue riflessioni…a volte incontrare qualche difficoltà, vivere qualche frustrazione, aiuta a fortificare.
    Mi piacerebbe saperne di più, sulle spiegazioni di questa contraddizione.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...