PICCOLI GIOIELLI

Metti una domenica di inizio autunno, di quelle belle però, col sole ancora caldo e l’aria che invita a qualche passeggiata nel verde.
Metti un figlio duenne a cui manca sempre (tanto) un reale contatto con la natura, l’erba del prati, la terra, qualche animale non in cattività.
Metti una veloce ricerca in rete, per avere qualche idea non troppo impegnativa, sia in termini di tempo di viaggio che di costi della giornata fuori porta.
Ed ecco che ti capita di trovare qualche piccolo gioiello a una trentina di chilometri da casa, poco meno di un’ora di strada (traffico permettendo!)
Il Parco di Montevecchia e della Valle del Curone, nel cuore della Brianza, consente tantissime opportunità per la classica gita fuori porta del fine settimana. È un area naturale protetta che offre diverse possibilità di attività e svago per tutta la famiglia e per ogni tipo di esigenza, in tutte le stagioni dell’anno.
All’interno dell’area del parco merita senz’atro una visita il paese di Montevecchia , vera piccola meraviglia arroccata in cima alla collina con una magnifica vista a 360 gradi sulla pianura sottostante. Tutto intorno è un susseguirsi di sentieri per passeggiate nel verde, cantine, trattorie e agriturismi che offrono il meglio della produzione tipica locale.
Noi abbiamo avuto la fortuna di scoprire, praticamente per caso, un agriturismo che non conoscevamo, nascosto in un posto un po’ magico, in mezzo al bosco, in un antico borgo del ‘300 che, dopo anni di abbandono, è stato riqualificato secondo i principi dell’agricoltura sostenibile e della bio architettura. L’oasi di biodiversità di Galbusera Bianca è affiliata al sistema oasi di WWF Italia e offre anche una bella possibilità per il pranzo della domenica: nell’Osteria Bio si possono gustare piatti creati con i prodotti del territorio, biologici e biodinamici, a km zero e prevalentemente vegetariani (con una piccola concessione ai salumi locali). La domenica dopo pranzo vengono organizzati per i piccoli ospiti laboratori didattici e creativi per favorire la scoperta del loro rapporto con la natura.
Non solo, anche per gli adulti è previsto un ricco calendario di attività culturali e di formazione proposte da associazioni del territorio che si avvalgono degli spazi del Borgo. Ieri pomeriggio, ad esempio, c’era la possibilità di provare un trattamento dell’antica arte del massaggio del piede praticato da due operatrici della scuola On Zon Su.
Noi abbiamo trascorso una giornata rilassante e rigenerante, di quelle che nascono dal contatto con le cose vere, dal silenzio dei boschi, dal verde dei prati, dai colori dell’orto e dalle cose buone – e sane – da mangiare, coccolati da un ambiente un po’ fatato e da una splendida musica in sottofondo. E sicuramente ci torneremo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...