UNO STRANO POST PARTUM

Il mio periodo post partum dovrebbe essersi concluso ormai tempo fa. Mio figlio ha due anni. Eppure da quella fase della vita devo aver ereditato qualcosa di estremamente duraturo, forse permanente.
Per alcuni mesi ho pensato che il fenomeno potesse essere la naturale conseguenza della tempesta ormonale da gravidanza, parto e puerperio. Poi, un effetto della quotidianità con una creatura neonata, delle notti insonni, dell’inevitabile malinconia del dopo-pancia. Dopo il rientro al lavoro ho iniziato a sospettare qualche stranezza, prima attribuita alle difficoltà del reinserimento professionale post maternità. Ci sono poi stati mesi difficili, durante i quali qualsiasi fenomeno poteva essere ragionevolmente spiegato con imponenti dosi di stress.
Adesso sono in anno sabbatico, e’ estate, l’afa non incombe neppure più di tanto, mio figlio cresce, spero anche un po’ meglio con me vicina.
Eppure poco e’ cambiato. E’ sufficiente che io senta o veda, o che qualcuno racconti, storie di madri e neonati meno che splendide e felici, e io non mi posso trattenere. Fosse anche il film più idiota in cui compare una donna gravida in difficoltà, il telefilm più insulso dove fa capolino un neonato abbandonato, le mie lacrime sono una garanzia.
Figurarsi cosa e’ successo un paio di settimane fa, alla notizia del bimbo prematuro depositato dalla madre nella “ruota degli esposti” della Mangiagalli di Milano. Ho passato un quarto d’ora fissando i piedini di mio figlio che dormiva, senza smettere di piangere. Nuda. Senza la più elementare difesa emotiva dalle aggressioni della vita crudele.
Mi sa che dal post partum non mi sono ancora ripresa. O che non sono più la stessa persona.

Annunci

2 pensieri su “UNO STRANO POST PARTUM

  1. Credo di poter confermare ciò che dici! Ho tre bimbe, da quando è nata la prima sono consapevole del fatto che tutte le mie priorità, le mie “scale” di valori sono cambiate … In passato davo peso a tutt’altre cose!!

    Ora ci sono solo loro e tutto ciò che ha a che fare con loro, mi riconosco in ogni mamma che parla dei problemi con i figli, mi commuovo alla vista di un nuovo arrivato anche se si tratta solo di un ìa scena di un film … Mi toccano nel profondo e in modo indelebile tutte quelle brutte notizie che si sentono in TV di figli spariti o peggio…
    Probabilmente non sono gli ormoni, è solo la consapevolezza interiore di quanto si può soffrire da “genitori”… le mie paure, le mie gioie per le piccole cose, le mie ansie sono aumentate da quando sono diventata mamma ! Altro che post partum!! 🙂

    Mi piace

    • Eh già, infatti non riesco molto a credere a quelle donne che dicono di non essere cambiate con la maternità. Tutto e’ possibile e siamo tutti diversi, ognuno vive gli eventi a suo modo, ma a me e’ successo così…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...