MENO MALE, C’È IL PARCO!

Domeniche di luglio in città. Se la settimana passa relativamente in fretta anche d’estate, tra incombenze quotidiane e qualche tour ai giardinetti cittadini sempre meno affollati (ma mediamente anche meno curati e più sporchi!), le domeniche a casa, soprattutto con bimbi piccoli, possono diventare un problema. Rientrati dal mare e senza immediate prospettive di partenza, non sempre e’ possibile o consigliabile organizzare interi week end fuori porta. Oltre agli inevitabili costi da affrontare ogni volta che ci si sposta, anche solo per un giorno o due, non sono di poco conto le seccature connesse a traffico e code per partenza e rientro che rischiano spesso di vanificare le poche ore di relax guadagnato.
Una soluzione che soddisfa molto la famiglia, sperimentata da tempo, anche prima della nascita del Patato, e’ la classica domenica al Parco di Monza. Abbiamo la fortuna di averlo a pochi minuti di strada e per noi e’ sempre stato un’ottima opzione per la voglia di evasione, natura e fresco praticamente fuori casa.
Il Parco di Monza, oltre ad essere uno dei parchi recintati più grandi d’Europa, e’ una vera meraviglia, in cui e’ possibile passare poche ore o un’intera giornata (www.parcomonza.org). Offre immensi spazi di verde, in cui ci si può dimenticare di essere nel bel mezzo di una città, tantissime opzioni di svago (giri in carrozza, col trenino, passeggiate in bicicletta, a cavallo o coi pony, un salto alla biblioteca…), così come la possibilità di organizzare un pic-nic sul prato, di scegliere un ristorante in cui pranzare, o più semplicemente, rilassassi prendendo il sole o godendo dell’ombra degli alberi secolari, o fare una passeggiata mangiando un gelato.
Ieri la nostra giornata e’ trascorsa così, col Patato scatenato sul prato, alla ricerca di avvistamenti di papere e cigni, in acuta osservazione di formiche e insetti vari che hanno per ore banchettato sul nostro plaid. Non e’ mancato, per fortuna dei genitori, un rigenerante sonnellino sotto i pini. Unico neo: la sottoscritta ha decisamente sottovalutato l’impatto muscolare di un’ora di giro in risciò, nonostante gli avvertimenti del marito che suggeriva prudentemente la scelta della bicicletta! Risultato: stamattina ho seri problemi di deambulazione, credo che due blocchi di marmo di Carrara li sentirei più leggeri 🙂

Annunci

2 pensieri su “MENO MALE, C’È IL PARCO!

  1. le domeniche. sempre alla ricerca di compagnia per una duenne. solo che a luglio le sue amichette son già in villeggiatura. e i parchi di città son quasi deserti… meno male che ne mancano solo due… alla terza partiamo anche noi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...