RICORDI

Strane giornate. Voglia di un ozio che non mi e’ consentito. L’estate incalza, nonostante la città. Ogni tanto vince il silenzio e regna maestoso nei momenti dimenticati dal caos. Vorrei abbandonarmi alla pigrizia, a quel magico dormiveglia, propiziato dal caldo, al suono delle cicale. Abbandonarmi a quel luogo dove tutto riaffiora, dove la vita sembra un tutt’uno, magico e ovvio, come vorremmo fosse il reale.
Strani questi giorni. Ritornano, improvvisi, ricordi, di luoghi, persone. Odori di stagioni lontane, immagini di ragazze, di avventure e sogni, il sapore di grandi letture, il suono della musica del cuore. Lontanissimi a pensarci. Io non sono più quella la’, almeno credo. La mia amica ha due figli e un amore diverso dal quello del tempo.
Sembra bizzarro, ma ogni estate e’ così. C’è un momento in cui tutto ritorna a me, da vite ormai dimenticate, come fosse capitato ieri. Non me lo spiego, ne’ lo voglio sapere. Una pozione magica per fuggevoli istanti mi fa tornare lontano, regalandomi solo il bello.
Di la’ c’è mio figlio che dorme. Si sveglia ogni poco: il raffreddore anche a luglio.
L’abbandono dura un istante, ma torna ogni volta, al giusto suono, al giusto profumo.
E io sono mia.

Annunci

Un pensiero su “RICORDI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...