MA I GENITORI MANGIANO ANCHE?

C’è un interrogativo che mi accompagna da qualche tempo. Mi domando se Madre Natura non avesse in origine escogitato un semplice meccanismo per prevenire il problema della sovrappopolazione mondiale: la morte per fame dei genitori. Non di tutti, ovviamente, solo di quelli a cui il fato ha attribuito la custodia di un figlio come il mio.
Non ricordo nemmeno più da quanto tempo io e mio marito non riusciamo a fare un pasto decente, seduti entrambi a tavola, scambiando magari anche due parole che assomiglino ad un abbozzo di conversazione.
Il Patato impone il suo potere con modalità che inizio a percepire come preoccupanti. Il vero problema e’ che, ormai, sarebbe abbastanza grande per mangiare insieme ai genitori, non fosse che gli orari familiari mal si conciliano con questa possibilità.
Al nido mio figlio pranza alle 11.30 con la conseguenza che, la sera, difficilmente la cena può essergli proposta molto dopo le 19: anche con una merenda di buona qualità la fame non concede sconti.
Mio marito rientra, purtroppo, abbastanza tardi e, anche nella migliore delle ipotesi, mai in tempo per sedersi a tavola entro quell’ora.
Così, nel momento in cui rincasa, la piccola peste, appena rinvigorita dal pasto, si attacca al papà come un francobollo. Non avendolo visto per tutto il giorno reclama, giustamente, la sua dose di gioco e attenzioni. Noi genitori, mediamente provati dalla giornata, vorremmo almeno mangiare seduti per qualche minuto, prima di crollare sul divano non appena la creatura si addormenta.
Fino a questo momento ogni speranza e’ stata vana. Qualche serata fortunata ci consente un istante di tregua, mentre nostro figlio sgranocchia un po’ di pane o un grissino seduto nel seggiolone, ma il più delle volte e’ utopia.
Non sta fermo un secondo ed e’ tutto un “papà, papà” o “mamma, mamma”, mentre combina i disastri più impensati con tutto ciò che lo circonda. Ieri sera e’ riuscito, in un minuto netto, a svuotare completamente un armadietto della cucina di pasta, riso, biscotti vari, farina, ecc, allineando con cura tutto lo scatolame sul tavolo apparecchiato, chiedendo insistentemente che gli fosse aperto un sacchetto di patatine (e neppure dovrebbe sapere cosa siano!)
Sto seriamente iniziando a temere di avere sbagliato qualcosa.

Annunci

8 pensieri su “MA I GENITORI MANGIANO ANCHE?

  1. I genitori spiluccano non mangiano!
    Nella nostra famiglia la situazione è identica: mio marito arriva tardi io arrivo stremata le 2 creature alle sette hanno fame.Risultato: ognuno si arrangia come può!
    Effettivamente il danno maggiore è la converazione ridotta ai minimi termini !
    Allora li la mia mente sagace a messo giu il piano di azione o meglio di reazione.
    Mattina svegli tutti insieme mio marito accompagna la peste piu piccola io quella piu grande e poi 10 minuti contati di colazione al bar insieme prima di prendere il treno dove diamo libero sfogo alle nostre parole o forse alle mie …insomma racconto quello che la sera non riesco a dire visto i ritmi! Si lo so sono solo 10 minuti ma meglio di niente in fondo basta accontentarsi!

    Mi piace

    • Probabilmente e’ così, i genitori dovrebbero un po’ accontentarsi, soprattutto nei primi anni di vita dei pargoli. Confesso che io continuo a fare un pochino fatica 🙂

      Mi piace

  2. tu hai un Patato, io una Patata. tra l’altro famelica, tempo di consumo pasto (da sola o con genitori) sei minuti scarsi (non credo mastichi 😉
    cene decenti, rare. Ma. Sto pensando di scrivere proprio un postappost su quest’argomento dopo questa settimana di vacanza. Ha due anni e mezzo ora. E sto mangiando tutti i giorni al ristorante dell’albergo. E lei STA A TAVOLA (ok, ho la borsa di Mary Poppins dietro, con dentro di tutto, album da disegno, giochini, libro). Ma lei sta. A casa scende subito dal seggiolone e quando va bene gioca da sola, quando va male ce l’ho attaccata alla gamba MAMMMAMAMAMAMAMAMA come sottofondo. Non so quanto ha il tuo, ma sento che la luce è vicina (ok, sto per partorirne un altro, forse no).
    PS: c’è sempre l’opzione mangiare dopo averlo messo a nanna (ma io muoio di fame prima di lei, spesso). Oppure accendergli la tv, che non consiglio e non faccio, ma magari una cena a settimana si può sgarrare, no?

    Mi piace

    • Il mio Patato ha quasi 22 mesi, effettivamente forse e’ un po’ presto per disperare:)
      Credo nell’educazione e nella sua crescita, piano piano forse ce la faremo!
      Non uso mai la TV col bambino, per scelta, non solo a tavola. Forse non sono ancora così distrutta da mollare su questa decisione! Mentre non sempre riesco a posticipare la nostra cena dopo la sua nanna…rischio la crisi ipoglicemica.
      Un grande in bocca al lupo per il tuo secondo!!!

      Mi piace

  3. Cara Carlotta,
    è del tutto naturale che i nostri figli ci facciano rischiare la ipoglicemia, è la vita! prima vengono loro e poi tutto il resto. Poi tutto si sistemerà, non ti preoccupare più di tanto. io ne avevo due a distanza di 15 mesi, sono sempre viva!! Allora mia cara forza e coraggio!
    buone vacanze Elisa

    Mi piace

    • Ciao Ilaria, il no-TV nasce dal fatto che forse, prima di tutto, anche io non ho una grande passione per lo strumento, sono cresciuta senza praticamente fino ai sei anni e ovviamente non ne ho sentito la mancanza, non avendone avuta l’esperienza. Credo che per un bimbo molto piccolo le “distrazioni migliori” siano i suoi giochi e i librini giusti per la sua età. Tra l’altro, proprio pochissimi mesi fa, mi e’ capitato di leggere un articolo sul Corriere della Sera che ribadiva come ultimi studi abbiano dimostrato che la visione della TV e’ dannosa per il cervello dei bimbi piccoli, motivo per cui viene sconsigliata in toto almeno fino ai due anni (http://www.corriere.it/salute/12_aprile_23/televisione_bambini_dipasqua_212a2d52-8d33-11e1-a0b5-72b55d759241.shtml). Spero che il link funzioni perché sono ancora molto impedita con questi aspetti “tecnici”.
      Certamente in alcuni momenti particolarmente critici la tentazione di arrendermi e’ tanta, ma fino ad ora mi sono limitata a qualche video di pochi minuti sull’iPad.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...