LO YOGA DELL’ALTALENA

Stamattina ho deciso di cambiare il nome di questo blog. Da “Diario di una mamma in anno sabbatico” a “Diario di una mamma alla neuro deliri”. Altro che aver smarrito il senso del tempo, sono pure riuscita a sbagliare giorno della vaccinazione di mio figlio. Ero convinta fosse il 31!
Per lo meno il Patato, grazie alla madre rincitrullita, ha beneficiato di un giorno di vacanza extra dal nido e approfittando della bella giornata ce ne siamo andati ai giardinetti, animati da una strana quiete mattutina, non ancora spazzata via dal furibondo vociare pomeridiano di visitatori di tutte le età.
Come quasi sempre succede, il Patato ha voluto accomodarsi sull’altalena, ma negli ultimi tempi ho notato grandi cambiamenti nel suo piccolo essere.
Si siede comodo e con calma, appoggiando le manine sul bordo del seggiolino e si lascia spingere, immobile, su e giù, aspettando di prendere velocità. Poi piega la testa all’indietro, verso il cielo, aspettando di sentire l’aria che gli accarezza la faccina. E ride.
C’è un concetto nello yoga definito consapevolezza, che indica la capacita’ di essere presenti a se’ stessi e alla realtà che viviamo, momento per momento, senza lasciarsi disturbare da nessuna interferenza interna o esterna. E’ la capacita’ di vivere il qui ed ora. Di assaporare ogni attimo dell’esistenza come fosse eterno.
Forse ho un bambino yogico. Magari tutti quei seminari in gravidanza hanno avuto qualche effetto. Magari, a neppure due anni, ha già raggiunto l’illuminazione (lui!)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...