DISASTRO IN CUCINA

Ho decisamente perso la mano in cucina, ormai e’ ufficiale. Quasi due anni di mancata pratica e il poco tempo dedicato esclusivamente a pappette per neonati e brodini vegetali mi hanno dato il colpo di grazia. Non che fossi mai stata chissà che grande cuoca, ma negli ultimi anni prima dell’avvento del Patato mi ero abbastanza allenata e dilettata, anche grazie alla convivenza con una buona forchetta. Soprattutto nel periodo precedente la gravidanza, e poi nausee permettendo, mi capitava spesso di sperimentare e produrre, e capitava pure che qualche amico sedesse molto volentieri alla mia tavola. Poi, il buio. Salvo un illusorio ed inspiegabile exploit il giorno successivo al rientro a casa dopo il parto, dedicato a fare il pesto col basilico del mio balcone, forse uno strano tentativo di dimostrare a me stessa che non erano cambiate così tante cose.
Ora sono davvero fuori allenamento, faccio tutto male, in fretta. Rompo, brucio, mi dimentico di dettagli essenziali, insomma mi sento un irrimediabile disastro. E me ne dispiaccio molto, perche’ continuo a sentire forte l’esigenza di fare cose con le mani, di produrre da me quello che mangerò e che mangerà la mia famiglia, di vedere nascere da poche materie prime qualche piccolo miracolo che finirà nei nostri piatti a cena. Insomma, ho voglia di recuperare. Mio marito mi ha regalato per il compleanno un corso alla Scuola della Cucina Italiana. Speriamo che funzioni e che non sia davvero troppo tardi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...