IL SENSO DEL TEMPO

Credo di aver smarrito il senso del tempo. Da quando ho smesso di lavorare mi trovo spesso in serie difficoltà a rispettare orari e scadenze. Mi pare di essere sempre in grande anticipo sulle mie tabelle di marcia e, invece, sono sempre in un inesorabile ritardo.
Dovevo prendere un treno che, tradizionalmente, fa molto attendere i viaggiatori, ma non aspetta nessun ritardatario. Ero addirittura convinta di poter passare a comprare dei fiori prima di andare alla stazione. Per fortuna e’ subentrato un attimo di lucidità residua. Sono arrivata con un anticipo di cinque minuti, giusto in tempo.
Devo ancora trovare una spiegazione a tutto questo. Sono sempre stata terribilmente puntuale, anche troppo. In alcuni periodi della vita ero irrimediabilmente in anticipo e mi toccava sempre sprecare tempo nell’aspettare gli altri, il più delle volte irrimediabilmente in ritardo.
All’inizio del mio anno sabbatico pensavo che avrei avuto tantissimo tempo per fare tantissime cose. Fino ad ora sono riuscita a farne pochissime.
Il tempo e’ soggettivo, si contrae o si dilata, ma non e’ mai sufficiente a contenere quello che siamo, o quello che vorremmo essere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...